Vendita quotidiani e riviste

PDFStampaE-mail


  • Ufficio competente


    Per avvio di una nuova attività, trasferimento di sede, subingresso e variazione è competente l'Unità programmazione e gestione commercio su aree pubbliche


  • Descrizione


    Per vendita quotidiani e periodici si intende l’attività di vendita e diffusione della stampa quotidiana e periodica in chiosco, sia su suolo pubblico che su suolo privato, oppure in negozio.

    La vendita può avvenire in forma esclusiva nel caso in cui l’attività di vendita di quotidiani e periodici si configuri come attività prevalente, sia all’interno di un chiosco che all’interno di un negozio, oppure in forma non esclusiva nel caso in cui l’attività si configuri come attività complementare di altra attività e la vendita di quotidiani e periodici avvenga all’interno di altre strutture quali esercizi di vicinato, medie e grandi strutture di vendita, pubblici esercizi.

  • Requisiti

    Requisiti soggettivi:

    • possesso dei requisiti morali previsti dall'articolo 71 del D.Lgs n. 59/2010;
    • assenza di pregiudiziali ai sensi della legge antimafia;
    • iscrizione alla CCIAA Registro Imprese.
  • Presentazione della domanda

    Rivendita di quotidiani e periodici in negozio, mezzanino metropolitana, chiosco su suolo privato.
    Rivendita di quotidiani e periodici in forma non esclusiva all’interno di altre strutture previste dalla normativa.

    Per avviare, subentrare, modificare, sospendere, riprendere l’attività o cessare una rivendita, occorre presentare una SCIA, esclusivamente per via telematica al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune di Milano, tramite la piattaforma nazionale “Impresainungiorno.gov.it”.

    Rivendita di quotidiani e periodici in chiosco su suolo pubblico.
     
    Per modificare una rivendita (subentro, trasloco) o per sostituire il chiosco, occorre presentare una comunicazione cartacea completa della documentazione richiesta. (vedi modulistica).

    L’autorizzazione rilasciata dall’ufficio, al termine dell’istruttoria, consente di modificare l’attività o la struttura.
     
    Per ampliare l’occupazione di suolo pubblico di un chiosco esistente con tende, espositori o altro occorre presentare domanda completa della documentazione richiesta. (vedi modulistica).
    La concessione rilasciata dall’ufficio, al termine dell’istruttoria, consente l’ulteriore occupazione di suolo pubblico richiesta.

    Per sospendere/riprendere/cessare l’attività della rivendita, occorre presentare una comunicazione completa della documentazione richiesta. (vedi modulistica).

    Tutte le richieste/comunicazioni inerenti le rivendite su suolo pubblico vanno presentate in forma cartacea, utilizzando la modulistica presente nella sezione dedicata (Modulistica per edicole su suolo pubblico), e devono essere presentate presso lo sportello dell’Unità Programmazione e Gestione Commercio su Aree Pubbliche, sito in Via Larga, 12 – piano terra – dal lunedì al venerdì dalle h. 08.30 alle 11,30 oppure al PROTOCOLLO GENERALE.

     



  • Modulistica

  • Riferimenti di legge

    Legge 13 aprile 1999 n. 108  - Nuove norme in materia di punti vendita per la stampa quotidiana e periodica.


    Decreto Legislativo 24 aprile 2001 n. 170 
    - Riordino del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica, a norma dell'articolo 3 della legge 13 aprile 1999, n.108.
     

    Legge Regionale 2 febbraio 2010 n. 6 - Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere.
      
     

    Delibera Consiglio Regionale 23 giugno 2015 - n. X/730 - Indirizzi regionali per il riordino del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica.


    Determinazione Dirigenziale n. 173/2018 del 10/12/2018 P.G. 0543655/18 - VENDITA DI PRODOTTI EDITORIALI IN FORMA AMBULANTE DA PARTE DEGLI EDITORI, DISTRIBUTORI ED EDICOLANTI ai sensi dell'articolo 3 del D.lgs 170/2001 avente ad oggetto il "Riordino del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica, a norma dell'articolo 3 della legge 108/1999" Modalità di svolgimento, limitazioni e divieti.

    Determinazione Dirigenziale n. 51 del 13 Maggio 2019 - Nuove disposizioni di servizio in ordine alla verifica dei pagamenti del canone osap in fase di subingresso sui mercati settimanali scoperti, posteggi extramercato, chioschi ed edicole.

  • Note

    La validità dell’autorizzazione è permanente, salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare o alla struttura. In caso di cessazione, il titolare deve dare comunicazione all’ufficio restituendo l’originale dell’autorizzazione.

    In presenza di chioschi su suolo pubblico, occorre inoltre procedere alla rimozione dei manufatti entro 60 giorni dalla comunicazione.

    Orari: l’operatore deve segnalare agli utenti l’orario di apertura-chiusura tramite cartello orario ai sensi  della legge regionale n. 6/2010.