Commercio in forma itinerante

Per commercio in forma itinerante si intende la vendita su aree pubbliche di prodotti alimentari e non alimentari.

L’attività è svolta con mezzi mobili e senza concessione di posteggio e con soste limitate al tempo strettamente necessario alle operazioni di vendita.

L’autorizzazione alla vendita sulle aree pubbliche di prodotti alimentari abilita anche alla somministrazione di alimenti e bevande, qualora l'operatore sia in possesso dei necessari requisiti. 

Ufficio competente

Per avvio di nuova attività, trasferimento di sede, subingresso e variazione dell'attività è competente l'Unità programmazione e gestione commercio su aree pubbliche.

Requisiti soggettivi:

  • possesso dei requisiti morali previsti dall'articolo 71 del D.Lgs n. 59/2010;
  • assenza di pregiudiziali ai sensi della legge antimafia;
  • iscrizione alla CCIAA Registro Imprese per le società di persone; per le persone fisiche l’iscrizione presso la Camera di Commercio deve essere effettuata entro 6 mesi dalla data di rilascio dell’autorizzazione.

Per la vendita e somministrazione di prodotti alimentari l’operatore deve, inoltre, essere in possesso dei requisiti professionali per il settore alimentare previsti dall'articolo 71 del D.Lgs n. 59/2010.

Le società possono nominare un preposto alla vendita e somministrazione.

Requisiti oggettivi:

L'attività può essere svolta solamente con mezzi mobili quali negozio mobile, autocarro, autoveicolo ad uso promiscuo.

Per aprire, modificare o ampliare l'attività occorre presentare, esclusivamente per via telematica al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune di Milano tramite la piattaforma nazionale Impresainungiorno.gov.it, una domanda di autorizzazione.

La procedura si sviluppa attraverso la compilazione guidata di uno “schema” che andrà a formare, sulla base delle informazioni fornite, il modulo telematico (nuova attività, subingresso, variazioni, ecc.).

L’autorizzazione, al termine dell’istruttoria, consente di iniziare o modificare l’attività (le persone fisiche devono essere in possesso dell’iscrizione alla CCIAA). 

L’autorizzazione viene rilasciata dal Comune dove il richiedente intende iniziare la propria attività. 

N.B. Le richieste di duplicato autorizzazione, e conversione devono essere presentate allo sportello al pubblico dell'Unità programmazione e gestione commercio su aree pubbliche con modello cartaceo (reperibile nella sezione modulistica).

Legge Regionale 2 Febbraio 2010 n. 6 – Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere.

Ordinanza orari 2013 P.G. 78193/2013 – (capo 3 art. 8) Disciplina degli orari delle seguenti attività: Attività di commercio al dettaglio in sede fissa, Attività di vendita da parte di artigiani, Commercio su aree pubbliche, Attività di trattenimento e Svago, Attività di somministrazione di alimenti e bevande, Attività di acconciatore, Estetista e affini, Esercizi rimessa.

Ordinanza Sindacale P.G. 662913/2015 del 04/12/2015 – Modifica Ordinanza Prot. PG 78193 del 29/01/2013 e revoca della ordinanza atti PG 486532/2015 "Disciplina degli orari delle seguenti attività: attività di commercio al dettaglio in sede fissa, attività di vendita da parte di artigiani, commercio su aree pubbliche, attività di trattenimento e svago, attività di somministrazione di alimenti e bevande, attività di acconciatore, estetista e affini, esercizi rimessa.

Regolamento per la disciplina del commercio sulle aree pubbliche – Deliberazione di Consiglio comunale n. 9 del 04/03/2013 e successive modificazioni ed integrazioni.

Determinazione Dirigenziale n. 70/18 del 8/6/2018 – Disciplinare di funzionamento e modalità operative per l'esercizio dell'attività di commercio itinerante su aree pubbliche cosiddetto "street food" nelle aree interne al Municipio 1 ai sensi dell'art. 30 bis del regolamento per la disciplina del commercio su aree pubbliche.

Ordinanze Itineranti zona S. Siro Meazza - Divieto di svolgimento del commercio su aree pubbliche in forma itinerante nella zona di S. Siro – Meazza.

Determinazione Dirigenziale n. 2865 del 22/04/2021
Ricognizione delle aree inibite al commercio su aree pubbliche in forma itinerante ai sensi del vigente Regolamento Comunale per la Disciplina del Commercio su Aree Pubbliche.

Aree vietate all’esercizio del commercio itinerante in attuazione dell’art. 30 comma d) del vigente Regolamento per la disciplina del Commercio su Aree Pubbliche tavola R.06 "Vincoli di tutela e salvaguardia”
 

La validità dell’autorizzazione è permanente, salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare.

In caso di cessazione, il titolare deve dare comunicazione all’ufficio restituendo l’originale dell’autorizzazione.

L’autorizzazione consente di partecipare alle fiere su tutto il territorio nazionale, alle assegnazioni giornaliere nei mercati scoperti (spunta), oltre alla vendita al domicilio del consumatore. 

Per svolgere l’attività occorre munirsi della Carta di esercizio/attestazione ai sensi dell’articolo 2 della legge regionale n. 15/2000. 

Aggiornato il: 27/04/2021