Rete Alzheimer

Il Comune di Milano, in collaborazione con ATS Milano-Città Metropolitana, enti sanitari e socio-sanitari, e diverse realtà del Terzo Settore, dal 2013 ha attivato una Rete costituita da attività coordinate sul tema del declino cognitivo e delle demenze.
Oltre a tali attività descritte di seguito in questa pagina, sono presenti i seguenti servizi/interventi di tipo psicosociale a sostegno della permanenza al domicilio della persona con decadimento cognitivo e a supporto delle famiglie. Alcuni servizi sono anche dedicati alle persone anziane, in un’ottica di prevenzione:

Il “Tavolo Permanente sul Sostegno alla Domiciliarità delle Persone affette da Malattia di Alzheimer e altre Demenze”, attivo da diversi anni, è stato istituito come sede di confronto su temi inerenti le demenze e di condivisione di scelte per la realizzazione dei seguenti obiettivi principali:

  • confronto con i diversi soggetti rappresentati
  • attuazione del Piano di Sviluppo del Welfare di riferimento
  • sostegno all'integrazione delle politiche sanitarie e socio-sanitarie
  • diffusione e attuazione dei principi e dei valori espressi nella “Carta dei Diritti alla Salute della Persona con Decadimento Cognitivo”  (scaricabile dalla sezione “Allegati” in questa pagina) per potenziare e promuovere una cultura del rispetto dei diritti delle persone con decadimento cognitivo.

Chi siede al Tavolo

  • Rappresentanti del Comune di Milano
  • Rappresentante di ATS (Agenzia per la Tutela della Salute) di Milano
  • Rappresentante dei Medici di Medicina Generale
  • Istituzioni sanitarie, come le ex-Unità di Valutazione Alzheimer ora CDCD (Centri per Disturbi Cognitivi e Demenza) e le Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) sedi di Nuclei Alzheimer e Centri Diurni Integrati
  • Enti del Terzo Settore

Di seguito gli Enti del Terzo Settore che partecipano al Tavolo Permanente Alzheimer e i Municipi presso i quali svolgono interventi gratuiti in presenza o da remoto.

L’Osservatorio Alzheimer è un gruppo di lavoro multidisciplinare costituito per conseguire i seguenti obiettivi principali:

  • approfondimento delle tematiche psicosociali, giuridiche, legali e normative, epidemiologiche e scientifiche inerenti al tema delle demenze
  • promozione dell’integrazione socio-sanitaria
  • riflessione sulle attività della Rete Alzheimer e sui possibili sviluppi migliorativi
  • promozione di una nuova cultura della demenza. In questa prospettiva l’Osservatorio ha elaborato la “Carta dei Diritti alla Salute della Persona con Decadimento Cognitivo” (scaricabile dalla sezione “Allegati” in questa pagina), con funzione di lotta allo stigma e di stimolo per il miglioramento della qualità dell’assistenza e della cura e per il rispetto del diritto alla salute anche dei familiari.

Da chi è formato

  • Rappresentanti del Comune di Milano
  • Rappresentante di ATS Milano
  • Esperti di diverse discipline
  • Rappresentante del Terzo Settore

Giornata e Mese Mondiale Alzheimer

Settembre è il Mese Mondiale Alzheimer e il 21 settembre ricorre la Giornata Mondiale Alzheimer, istituita nel 1994 dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall'Alzheimer's Disease International (ADI), la federazione internazionale delle associazioni Alzheimer.

L’istituzione di queste ricorrenze testimonia la crescita di un movimento internazionale che mira a sviluppare la sensibilità e la consapevolezza e, nel contempo, a ridurre lo stigma sulle malattie dementigene.

Ogni anno queste ricorrenze riuniscono in tutto il mondo malati, familiari, operatori, associazioni e istituzioni pubbliche in iniziative ed eventi con tali obiettivi.

Un calendario di iniziative cittadine, in costante aggiornamento, organizzate nel Mese Mondiale Alzheimer 2022 è visibile nella sezione “Allegati” di questa pagina.

Questi gli eventi organizzati dalla Rete Alzheimer del Comune negli ultimi anni:

  • Il 21 settembre 2017, Convegno “L’Alzheimer tra miti e realtà” a Palazzo Marino, per fare chiarezza nella molteplicità di informazioni che “fanno notizia”, informare su alcuni aspetti del fenomeno e sulle relative implicazioni sociali e per riferire sull'utilità degli interventi psicosociali
  • 21 settembre 2018, Convegno “Figure per la memoria. Professionisti diversi per un approccio multicomponenziale”, all’Acquario Civico di Milano, nel quale professionisti che operano per la cura e il sostegno al malato e alla famiglia hanno descritto gli interventi specifici della loro professione
  • Il 23 settembre dello stesso anno, “L’Arte come risorsa e comunicazione” al Museo d’Arte Paolo Pini (MAPP), attività per persone con decadimento cognitivo e per i loro familiari, condotte da Enti del Terzo Settore che operano nella Rete Alzheimer, per sperimentare le potenzialità degli interventi psico-sociali.
  • Il 26 settembre 2019, Tavola Rotonda “Il diritto all’ascolto e alla partecipazione alle scelte: le DAT (Disposizioni Anticipate di Trattamento)”, tenutasi all'Acquario Civico dove, a partire dalla legge 219 del 2017 sul consenso informato e sulle DAT,  esperti in diverse discipline hanno discusso del diritto di esercitare la libertà di scelta in tutti i momenti della vita.
  • Nel 2020 la Rete Alzheimer, in collaborazione con gli Enti del Terzo Settore, ha condotto un'indagine conoscitiva sugli interventi psicosociali da remoto realizzati nei primi mesi di emergenza sanitaria, riportata - in versione completa e in estratto - nella sezione "Allegati".
  • Nel 2022 la Rete Alzheimer, in collaborazione con alcuni Enti del Terzo Settore, ha condotto un percorso di riflessione con un gruppo di familiari e con un gruppo di operatori, a partire dalla Carta dei Diritti alla Salute della Persona con Decadimento Cognitivo realizzata dall'Osservatorio Alzheimer del Comune. I risultati e alcune storie raccontate dai familiari nella sezione "Allegati".

Utilizza i servizi

Argomenti: 

Aggiornato il: 25/10/2022