Occupazioni spazi in Darsena

La Legge Regionale del 29.10.1998 n. 22 ha previsto la delega ai Comuni dell’esercizio delle funzioni in materia di navigazione e demanio delle acque interne ed in ottemperanza al disposto è stato sottoscritto in data 13.10.2000 tra Regione Lombardia e il Comune di Milano “l’Accordo di Programma per il conferimento di funzioni amministrative in materia di navigazione interna e demanio".

In data 27.05.2003 è stata stipulata tra Regione Lombardia e Comune di Milano la Convenzione per la delega di competenze sulla Zona portuale della Darsena di Milano, individuata come da Decreto Ministeriale del 20.8.56 (bacino della Darsena di Porta Ticinese propriamente detta, tronco di Naviglio Grande che va dalla Darsena in corrispondenza di Via Casale e tronco di Naviglio Pavese che va dalla Darsena all'altezza di Via E. Gola).

Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 12 del 17.5.2017 è stato approvato “il Regolamento per la disciplina delle funzioni amministrative delegate al Comune di Milano inerenti la Zona Portuale della Darsena”.

Le concessioni temporanee di spazi a terra ed in acqua, sono rilasciate per lo svolgimento di manifestazioni/eventi contingenti alle seguenti condizioni e modalità:

  •  evento d’interesse cittadino e non strettamente commerciale;
  •  durata non superiore a 10 giorni consecutivi non rinnovabili/prorogabili: solo con una interruzione temporale dell’occupazione di ulteriori 30 giorni consecutivi è ammissibile una nuova domanda di concessione a cura del medesimo soggetto;
  •  qualsiasi manifestazione/evento temporaneo non potrà iniziare prima delle ore 7.00 e protrarsi oltre le ore 24.00 del medesimo giorno, escluso prefestivi e Capodanno;
  •  l’istanza e la relativa documentazione necessaria dovrà pervenire non meno di 40 giorni prima della data fissata d’inizio occupazione e non prima di 120 giorni della stessa: il mancato rispetto di detti termini comporta l’irricevibilità dell’istanza.
  •  canone: è calcolato mediante l’applicazione del canone previsto dal Regolamento COSAP, approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 11 del 21.02.2000 e s.m.i., utilizzando il coefficiente relativo alla classificazione viaria prevista per Piazza Duomo.
  • Qualora il canone, quantificato con le modalità indicate al comma precedente, risulti inferiore ad uno dei minimi tabellari previsti dalle tabelle B (area concessa) e C (opera o struttura) Allegato II del Regolamento Regionale 27.10.2015 n. 9, con la maggiorazione massima del 30% prevista dalla convenzione sottoscritta in data 27.05.2003 tra Regione Lombardia e il Comune di Milano, il canone unico dovuto viene ricondotto al valore più alto dei minimi tabellari stessi;
  •  l’istanza è subordinata all'acquisizione del parere favorevole da parte del Comitato Interassessorile ai sensi della delibera G.C. n.1217/2016.
  •  Per la richiesta di occupazione in acqua è opportuno verificare il calendario dell'asciutta nella sezione allegati.

Le concessioni per ormeggio temporaneo sono rilasciate ai fini dell’ormeggio di unità di navigazione aventi caratteristiche dimensionali stabilite dal Regolamento regionale 29 aprile 2015 n. 3 – Circolazione nautica sui Navigli Lombardi e sulle idrovie collegate.

  •  ricovero stabile di un’unità di navigazione su uno spazio acqueo a ciò dedicato, senza lo svolgimento di alcuna attività quali ad esempio di tipo promozionale, pubblicitario, commerciale e di spettacolo
  •  durata minima di 1 giorno e la massima di 10 giorni anche non consecutivi.
  •  l’istanza e la relativa documentazione dovrà pervenire non meno di 15 giorni prima della data fissata d’inizio occupazione e non prima di 40 giorni della stessa: il mancato rispetto di detti termini comporta l’irricevibilità dell’istanza.
  •  canone giornaliero: è pari al 5% del canone d’ormeggio annuale, quantificato con le modalità indicate al comma successivo, e comunque non inferiore a € 20,00 giornalieri.

Il canone è calcolato in riferimento allo spazio occupato “lunghezza per larghezza fuori tutto” dell’unità di navigazione ed è determinato sulla base delle misure unitarie indicate nella tabella A di cui all'allegato II del Regolamento Regionale 27.10.2015 n. 9 e s.m.i, con la maggiorazione massima del 30% prevista dalla convenzione sottoscritta in data 27.05.2003 tra Regione Lombardia e il Comune di Milano.

Le misure unitarie dei canoni indicate nella tabella A sono aggiornate annualmente in base all'indice ISTAT pubblicato con provvedimento della Direzione Regionale Generale competente

  • Il canone concessorio corrisposto è riferito unicamente all'occupazione dello spazio acqueo assegnato e non comporta alcun diritto alla fornitura di beni e servizi comunque denominati.

Le concessioni per lo svolgimento di manifestazioni nautiche sono rilasciate ai fini della sicurezza della navigazione, in ambito comunale.

Sono escluse le gare nautiche di velocità con qualsiasi unità di navigazione a motore.

L’istanza dovrà essere presentata almeno 40 giorni prima della data della manifestazione.

L'esercizio della pesca è consentito lungo tutta la sponda della Darsena Lato Viale d’Annunzio senza creare intralcio alle unità di navigazione, al passaggio pedonale ed alle attività presenti.

Ogni responsabilità a persone e cose restano in capo al pescatore.

In ragione dei rischi connessi alla fruizione collettiva e alla pericolosità delle idrovie la balneazione e le attività subacquee sono vietate, salvo espressa deroga nell'ambito di manifestazioni/eventi autorizzati.

Tratte vie navigabili

Unità di navigazione ammesse

Ordinanza n. 1/2017 circolazione veicolare e pedonale in Zona Portuale della Darsena

Contatti: Direzione Partecipate e Patrimonio Immobiliare - Area Patrimonio Immobiliare – Ufficio Darsena - tel. 02 884.53076 - 02 884.53069.

Regolamento per la disciplina delle funzioni amministrative delegate al Comune di Milano inerenti la Zona portuale della Darsena.

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 17 maggio 2017

Aggiornato il: 03/05/2022