20 Maggio 2020 COMUNICATO MERCATI SETTIMANALI SCOPERTI

PDFStampaE-mail


Commercio: da lunedì 25 riapertura per tutti i mercati scoperti; da giovedì tornano i generi non alimentari

Milano, 20 maggio 2020 – Prosegue e si amplia il piano di riapertura graduale dei mercati scoperti della città predisposto dal Comune Milano in collaborazione con le associazioni di categoria.
 
Firmato questo pomeriggio dal Sindaco, Giuseppe Sala, il provvedimento che da domani, giovedì 21 maggio, consente l’ampliamento dei mercati anche agli operatori non alimentari.


Ordinanza Sindacale COVID 19 del 20 maggio 2020_PG_177823_2020_ORD_27_2020 -
Riapertura dei generi non alimentari in n. 14 Mercati Settimanali Scoperti, riapertura di n. 3 mercati settimanali scoperti, individuazione di regole e criteri da osservare per l’accesso ai mercati nel rispetto di condizioni idonee alla tutela della salute.


 
Sabato 23 saranno 9 i mercati a disposizione dei cittadini: Papiniano, Benedetto Marcello, Fauché, Tabacchi, Falck e Ciccotti si aggiungeranno anche Osoppo, Garigliano/Lagosta e Aristotele/Martesana.
 
Da lunedì 25 maggio riprenderanno le attività tutti i 94 mercati settimanali secondo la composizione e il calendario ordinario.

A tutela della salute di clienti e operatori nel provvedimento viene confermata la delimitazione delle sedi mercatali che rimarranno recintate e presenteranno varchi obbligatori di accesso e uscita al fine di limitare l’incrocio delle persone.
 
I varchi saranno presidiati da personale appositamente dedicato che regolerà l’afflusso dei cittadini prima dell’ingresso nell’area di mercato. Ciascun operatore commerciale dovrà obbligatoriamente usare mascherina e guanti. I banchi di vendita saranno posti con un distanza minima di 1 metro. L’accesso del pubblico sarà consentito solo indossando guanti a mascherine.
 
Nell’ottica di collaborazione tra Amministrazione e associazioni di categoria per i nuovi assetti dei mercati durante la 'fase 2' dell’emergenza Covid-19, il Comune si farà carico del transennamento, della nastratura delle aree mercatali, dei servizi della Polizia locale. Agli operatori viene chiesta una compartecipazione per le sole per spese di vigilanza.



 

MERCATI SETTIMANALI