AVVISO STRUTTURE RICETTIVE

PDFStampaE-mail


La " COMUNICAZIONE DI SOSPENSIONE" delle strutture ricettive in tempi di emergenza da coronavirus.

 
In relazione alle numerose richieste di informazioni riguardanti l'obbligo o meno di comunicare al Suap  la sospensione dell’ attività da parte delle strutture ricettive (comunque denominate - comprese le locazioni di alloggi a finalità turistiche per brevi periodi cd. “affitti brevi”), si ricorda che le misure attualmente vigenti nel nostro territorio, espressamente adottate con le Ordinanze Regionali 514 e 515 del marzo 2020, nonché 521,522 e 528 dell’aprile 2020,  prevedono:
la sospensione dell’attività da parte di tutte le strutture ricettive (Hotel, alberghi, b&b, etc.): gli ospi,ti già presenti nelle strutture dovevano lasciarla entro le 72 ore successive all’entrata in vigore dell’ordinanza del 22 marzo.
La chiusura si applica anche ai residence, agli alloggi agrituristici e alle locazioni brevi per finalità turistiche.

 
Le strutture possono restare aperte, nel rispetto di specifici protocolli sanitari regionali,  solo per esigenze collegate alla gestione dell’emergenza (pernottamento di personale sanitario e di volontari di protezione civile,  isolamento di pazienti), ivi compreso il regolare esercizio dei servizi essenziali.
 
È consentito nelle strutture ricettive il soggiorno delle seguenti categorie:
• personale in servizio presso le stesse strutture;
• ospiti che vi soggiornano per motivi di lavoro in uno dei servizi per cui non è disposta la chiusura o la sospensione dell’attività;
• personale viaggiante di mezzi di trasporto;
• ospiti costretti a prolungare il soggiorno per cause di forza maggiore che non consentano il trasferimento nei termini suindicati;
• soggetti entrati dall’estero e collocati nelle predette strutture, secondo quanto disposto dall’Ordinanza del Ministero della salute di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti del 28 marzo 2020;
• soggetti aventi residenza anagrafica nelle stesse strutture;
• soggetti che assistono persone malate o ricoverate in strutture sanitarie;
• soggetti che hanno stipulato, antecedentemente al 22/3/2020, un contratto con la struttura ricettiva per il soggiorno nella struttura stessa.
 
E’consentita la prosecuzione dell’attività per gli alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero.
 
Alla luce del combinato disposto dei D.P.C.M. 11/03/2020,22/03/2020,1/04/2020 e 10/04/2020 del Decreto del M.i.s.e  25/03/2020,  nonché delle Ordinanze Regionali nn. 514 e 515 del marzo 2020 , nonché delle ulteriori Ordinanze Regionali nn. 521,522 e 528 dell’aprile 2020, si può evincere che:
 ,
nessuna comunicazione al Suap sia  dovuta in relazione al periodo di sospensione obbligatoria disposto per legge  (dal 22/03/2020 al 03/05/2020)
Si fa presente, a margine, che le norme vigenti fanno sì che il periodo di sospensione obbligatoria non vada a sommarsi ad eventuali periodi di breve sospensione volontaria dell’attività da parte della struttura.
 
• al di fuori del/i periodo/i di sospensione obbligatoria disposta per legge (anche in virtù di eventuali, successive proroghe), le strutture ricettive che effettuino una breve sospensione "volontaria" (inferiore a 30 gg) della propria attività utilizzano - quale canale di  trasmissione della comunicazione al Suap – la piattaforma telematica “Impresainungiorno.gov.it”
Il plico digitale così ottenuto entra a far parte del fascicolo informatico dell’impresa, e una volta ricevuto dal Suap  verrà dal Suap stesso inoltrato agli altri uffici ed enti interessati (Polizia Locale, Questura, Città metropolitana, Osservatorio regionale per i flussi turistici).
La Comunicazione di breve sospensione “volontaria” – che non comporta oneri né pagamento di diritti -  copre  il periodo di tempo dichiarato nei campi compilati dall’impresa, senza necessità di comunicare successivamente la riapertura.
 
• Le strutture ricettive che sospendano volontariamente  l'attività per periodi di tempo superiori a 30 giorni fuori dal/i periodo/i di sospensione obbligatoria sono tenute ad espletare l’adempimento della comunicazione di sospensione dell’attività ai fini camerali, tramite ComUnica Starweb.



Si precisa infine che  laddove il periodo di sospensione obbligatoria venisse ulteriormente prorogato da nuovi provvedimenti governativi, le decorrenze sopra riportate slitteranno di conseguenza.




Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 marzo 2020

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 aprile 2020

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 10 aprile 2020


MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 25 marzo 2020
Modifica dell'elenco dei codici di cui all'allegato 1 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020

Regione Lombardia Scheda informativa Coronavirus – Ultimi provvedimenti Faq e chiarimenti


Regione Lombardia ORDINANZA  n. 514 del 21/03/2020