Somministrazione all'interno di circoli privati

PDFStampaE-mail

  • Ufficio competente


    Per lo svolgimento di un'attività di  somministrazione all'interno di circoli privati  è competente l'Unità contenzioso somministrazione e intrattenimento
  • Descrizione

    Per somministrazione all'interno di circoli privati si intende lo svolgimento diretto di attività di somministrazione di alimenti e bevande a favore dei propri associati presso la sede ove sono svolte le attività istituzionali.

    Le associazioni/circoli devono aderire ad enti ed organizzazioni nazionali le cui finalità assistenziali siano riconosciute dal Ministero dell'Interno.

    Nel caso in cui non aderiscano ad enti/organizzazioni nazionali devono essere iscritti al registro anagrafico delle associazioni del Comune di Milano.


  • Requisiti

    Requisiti soggettivi:

    Requisiti oggettivi:

    I locali di circoli privati o di enti in cui si somministrano alimenti e bevande devono essere ubicati all'interno della struttura adibita a sede del circolo o dell'ente collettivo e non devono avere accesso diretto da strade, piazze o altri luoghi pubblici.
    All'esterno della struttura non possono essere apposte insegne, targhe o altre indicazioni che pubblicizzino le attività di somministrazione ubicate all'interno ai sensi dell'articolo 4 del D.M. n. 564/1992.
  • Presentazione della domanda


    Per avviare/modificare/cessare un’attività di somministrazione all'interno di circoli privati è necessario inviare, esclusivamente per via telematica al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune di Milano, tramite la piattaforma nazionale “Impresainungiorno.gov.it”, una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA);

    La procedura si sviluppa attraverso la compilazione guidata di uno “schema” che andrà a formare, sulla base delle informazioni fornite, il modulo telematico SCIA. (nuova attività, subingresso, variazioni, ecc.).


    Alla SCIA così redatta devono essere inoltre allegati:

    Per avvio nuova attività o trasferimento sede:

    • schede per dichiarazione dei requisiti morali del Presidente del circolo privato;
    • planimetria quotata;
    • dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà relativa alla Previsione di Impatto Acustico ed eventuale documentazione previsionale di impatto acustico;
    • documento di identità del Presidente del circolo privato;
    • copia della ricevuta di versamento  oneri ATS Città Metropolitana;
    • eventuale modello Procura per la sottoscrizione digitale della documentazione da parte del Presidente del circolo privato
    • copia dell'atto costitutivo e dello statuto del circolo privato
    • documento attestante l'affiliazione del circolo privato ad ente nazionale/iscrizione al Registro nazionale delle associazioni

    Per comunicare la cessazione attività:

    • documento di identità del Presidente del circolo privato;
    • eventuale modello Procura per la sottoscrizione digitale della documentazione.


    Per modificare locali/impianti di un Pubblico Esercizio esistente con variazione dei mq di somministrazione:

    • planimetria quotata;
    • dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà  relativa alla Previsione di Impatto Acustico ed eventuale documentazione previsionale di impatto acustico, in caso di aumento di superficie;
    • documento di identità del Presidente del circolo privato;
    • copia della ricevuta di versamento oneri ATS Città Metropolitana;
    • eventuale modello Procura per la sottoscrizione digitale della documentazione da parte del Presidente del circolo privato.

    Per modificare il Presidente del circolo privato:

    • verbale di nomina del Presidente;
    • accettazione del Presidente;
    • relazione descrittiva della modifica intervenuta;
    • copia della ricevuta di versamento oneri ATS Città Metropolitana;
    • eventuale modello Procura per la sottoscrizione digitale della documentazione.

     

    Le pratiche presentate in modalità diverse verranno considerate irricevibili e quindi non produrranno alcun effetto giuridico.

     

    NOTA BENE:

    Al momento della presentazione della SCIA tramite IMPRESAINUNGIORNO.GOV.IT , l’utente riceve IMMEDIATAMENTE LA RICEVUTA, che costituisce titolo abilitativo per l’avvio immediato dell’attività ai sensi dell’art. 5, commi 4 e 6 del D.P.R. n. 160/2010; essa viene quindi generata e inviata automaticamente dalla piattaforma telematica camerale al termine del percorso di compilazione “guidato” compiuto dall’utente.

    TUTTE le planimetrie, laddove previste, devono riportare superfici ed altezze dei locali e devono essere riferite (come committente) al titolare dell'attività.

    Per i cittadini extracomunitari residenti in Italia è necessario inoltre allegare sempre alla SCIA copia del permesso di soggiorno.

    Per i cittadini extracomunitari NON RESIDENTI in Unione Europea è necessario allegare alla SCIA documentazione idonea rilasciata dall'autorità dello Stato estero legalizzata ai sensi del DPR 200/1967 dalle autorità consolari italiane e corredati di traduzione in lingua italiana di cui l'autorità consolare italiana attesta la conformità all'originale."

     



  • Modulistica

  • Riferimenti di legge

    D.P.R. 4 aprile 2001 n. 235 - Regolamento recante semplificazione del procedimento per il rilascio dell'autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande da parte di circoli privati.

  • Note

    Le SCIA hanno validità immediata e permanente, salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare o alla struttura.