Mercati Settimanali Scoperti - Subingressi

PDFStampaE-mail

 
  • Ufficio competente


    Per la gestione dei subingressi (compravendita/affitto) nei Mercati Settimanali Scoperti è competente l'Unità gestione COSAP mercati e SOGEMI

     

  • Descrizione


    Per commercio con concessione di posteggio nel mercato si intende l'attività di vendita a mezzo banco o autonegozio di prodotti alimentari e non alimentari nei mercati settimanali scoperti.

    L'autorizzazione alla vendita sulle aree pubbliche di prodotti alimentari abilita anche alla somministrazione di alimenti e bevande, qualora l'operatore sia in possesso dei necessari requisiti.

  • Requisiti


    Requisiti soggettivi:

    • possesso dei requisiti morali previsti dall’articolo 71 del  D.Lgs n. 59/2010;
    • assenza di pregiudiziali ai sensi della legge antimafia;
    • iscrizione alla CCIAA Registro Imprese.

    Per la vendita e somministrazione di prodotti alimentari l’operatore deve, inoltre, essere in possesso dei requisiti professionali previsti dall’articolo 71 del D.Lgs n. 59/2010.

    Le società possono nominare un preposto alla vendita e alla somministrazione.


  • Presentazione della domanda


    AVVISO:

    Si informa che a partire da Martedì 19 novembre 2019 sarà possibile presentare le istanze di subingresso nei mercati settimanali scoperti per via telematica al SUAP - Sportello Unico Attività Produttive- del Comune di Milano tramite la piattaforma nazionale “impresainungiorno.gov.it” - IIUG -.

    Per il periodo compreso tra il martedì 19 novembre e il venerdì 20 dicembre 2019 saranno comunque consentite entrambe le modalità telematica e cartacea.

    Da sabato 21 dicembre 2019 le istanze dovranno pervenire unicamente in modalità telematica attraverso IIUG.

    Pertanto le pratiche inoltrate con altre modalità verranno immediatamente considerate irricevibili.

    Vi chiediamo  in particolare di porre attenzione alla modalità di pagamento richiesta sulla piattaforma Impresainunngiorno IIUG, che prevede l’obbligo del pagamento con pago PA del bollo per la domanda.

    Già in fase di inoltro dell’istanza c’è l’obbligo di allegare anche l’annullamento di una marca da bollo che sarà  poi allegata al rilascio dell’autorizzazione.

    Nel caso di subingresso  su più posteggi verrà richiesta dagli operatori, prima del rilascio delle autorizzazioni, l'integrazione di marche sino a concorrenza del numero di autorizzazioni in rilascio; per cui ad esempio,  per un subentro in 5 autorizzazioni si chiederà il pagamento di ulteriori 4 marche.

    Si precisa che il bollo NON sarà in ogni caso rimborsabile.


    Il subingresso in attività esistente può essere richiesto
    in caso di compravendita, donazione, affittanza di azienda o di ramo d’azienda, reintestazione in caso di successione mortis causa. Occorre presentare domanda completa della documentazione richiesta entro quattro mesi dalla data di stipula del contratto o dalla data del decesso. 

    Al termine dell’istruttoria, l’ufficio rilascia l’autorizzazione al nuovo titolare.

    Ai sensi dell’art. 15 del Regolamento Comunale Canone OSAP la procedura di subentro non potrà perfezionarsi finchè il debito non sia assolto, anche dal subentrante medesimo.


    Dal 1/10/2012 con Determina Dirigenziale n. 211/2012 P.G. 586678/2012 del 20/09/2012
    è stata disciplinata la procedura di reintestazione.
     

    In presenza di vendita di prodotti alimentari, contestualmente al ritiro dell’autorizzazione, occorre presentare Modello di notifica sanitaria attività alimentari/somministrazione
     

     

     





  • Modulistica

  • Riferimenti di legge

    Legge Regionale 2 febbraio 2010 n. 6 - Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere.


    Ordinanza orari 2013 P.G. 78193/2013 - Disciplina degli orari delle seguenti attività:
    Attività di commercio al dettaglio in sede fissa, Attività di vendita da parte di artigiani, Commercio su aree pubbliche, Attività di trattenimento e Svago, Attività di somministrazione di alimenti e bevande, Attività di acconciatore, estetista e affini, Esercizi rimessa.


    Regolamento per la disciplina del commercio sulle aree pubbliche
     - Deliberazione di Consiglio comunale n. 9 del 4 marzo 2013  e successive modificazioni ed integrazioni.



    Determinazione Dirigenziale n. 26/18 P.G. 106624 del 5/3/2018 - Mercati settimanali scoperti - Attività di recupero delle morosità COSAP per il periodo 2011- 2015 e azioni per il monitoraggio e il controllo dei pagamenti per le annualità successive.

     

    Determinazione Dirigenziale n. 68/18 P.G. 0249843 del 6/6/2018  - Disposizioni di servizio in ordine alla verifica dei pagamenti del canone OSAP in fase di subingresso sui mercati settimanali scoperti. (Elenco COSAP 2019 Subingressi)



    Determinazione Dirigenziale n. 54/19 P.G. 0175067 del 16/4/2019 - Disciplinare per l'applicazione di sanzioni amministrative accessorie per inosservanza delle procedure di assegnazione dei posteggi liberi nei mercati settimanali scoperti e dell'obbligo di mantenere un comportamento corretto verso il personale dell'amministrazione comunale addetto alle attività di controllo.


    Determinazione Dirigenziale n. 51 del 13 Maggio 2019 - Nuove disposizioni di servizio in ordine alla verifica dei pagamenti del canone osap in fase di subingresso sui mercati settimanali scoperti, posteggi extramercato, chioschi ed edicole.








  • Note

    L’autorizzazione indica i giorni, i mercati e i numeri di posteggio in cui l’operatore è autorizzato a vendere la propria merce.

    La partecipazione ai mercati settimanali scoperti in qualità di aspirante/spuntista è consentita anche ai titolari di autorizzazione per il commercio itinerante.
     
    Cartello titolare: ad ogni operatore titolare di concessione di posteggio nei mercati settimanali scoperti viene consegnato un “cartello“ identificativo del posteggio. In caso di smarrimento o furto, è possibile chiedere un duplicato.
     
    Assenze dai mercati: in caso di assenza per malattia, gravidanza o servizio militare, l’operatore è tenuto a presentare all’ufficio idonea giustificazione entro il termine di 60 giorni dall’inizio della stessa.
     
    Funghi: la vendita di funghi freschi è subordinata alla presentazione di SCIA ed è consentita solo agli operatori in possesso di attestato di riconoscimento delle specie rilasciato da ASL.
     
    Carta di esercizio/attestazione: per svolgere l’attività occorre munirsi della carta di esercizio/attestazione ai sensi dell’articolo 2 della legge regionale n. 15/2000.