Integrazione modulistica Area Attività Produttive e Commercio

PDFStampaE-mail


L’Area Attività Produttive e Commercio del Comune di Milano adegua la propria modulistica (dal 16 Luglio 2019) al Patto per il rafforzamento della prevenzione ai fini antimafia tra la Prefettura di Milano e il Comune di Milano sottoscritto il 2 aprile 2019.

 

Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 470 del 22/03/2019 è stata autorizzata l’adozione di un Patto per il rafforzamento della prevenzione ai fini antimafia tra la Prefettura di Milano e il Comune di Milano. Tale patto è stato sottoscritto il 2 aprile 2019 dal Prefetto di Milano, Renato Saccone, e l’Assessore alle Politiche del Lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane del Comune di Milano, Cristina Tajani, è entrato in vigore alla data di sottoscrizione ed avrà validità di 3 anni.

L’esigenza di tale collaborazione nasce per potenziare l’incidenza delle Amministrazioni Pubbliche sul controllo dell’economia, agevolando le sue capacità di accertamento del fenomeno illecito, tramite un sistema condiviso di indicatori di criminalità, che sia costantemente aggiornato e programmato in funzione della proporzionalità del rischio e calibrato sulle specificità della realtà locale, grazie all’azione congiunta degli Enti che conoscono il territorio ed operano al suo interno.

Le finalità del suddetto Patto sono indirizzate:

- a promuovere azioni integrate e progetti specifici in materia di prevenzione antimafia, volti al miglioramento sulla legalità delle attività economiche;
- a incrementare le misure di contrasto ai tentativi di infiltrazione mafiosa attraverso l’estensione delle informative antimafia nel settore delle attività commerciali;
- a costituire un Tavolo Tecnico deputato a creare un’azione sinergica in vista del raggiungimento degli obiettivi condivisi;
- a promuovere iniziative di formazione e aggiornamento professionale congiunto in tema di prevenzione antimafia.

La sottoscrizione di tale Patto tra il Comune di Milano e la Prefettura di Milano s’inserisce a pieno titolo nelle direttrici programmatiche dell’Amministrazione, essendo espressamente previsto come un’azione dell’Obiettivo Strategico di Sviluppo del sistema commerciale della Città Metropolitana e nel relativo Programma Operativo di Sviluppo e regolazione del sistema commerciale.

L’entrata in vigore del Patto comporterà altresì un’integrazione della modulistica con un nuovo modulo di “Dichiarazione dei familiari conviventi” che andrà ad unirsi a quelli già esistenti di dichiarazione dei requisiti morali e di dichiarazione dei requisiti previsti dalla Legge Antimafia, nel quale l’utente dichiarerà i familiari stabilmente conviventi.

La compilazione è richiesta ai soggetti di cui all’art. 85 del D. Lgs. 159/2011.