Settore alimentare

PDFStampaE-mail

  • Ufficio competente

    Per avvio di nuova attività, trasferimento di sede, subingresso e variazione dell’attività è competente l'Unità contenzioso somministrazione e intrattenimento
  • Descrizione

    Per attività nel settore alimentare si intende la produzione e la vendita di generi alimentari nei locali di produzione.

    La vendita dei propri prodotti nei locali annessi alla produzione non comporta la necessità di
    possedere i requisiti professionali per la vendita di alimenti.
     

    Per informazioni specifiche sulle principali attività del settore vedi scheda attività artigianali alimentari.
  • Requisiti

    Requisiti soggettivi:

    • essere iscritti al registro imprese della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Milano;
    • assenza di pregiudiziali ai sensi della legge antimafia.



    Requisiti oggettivi:

    • possedere dei locali di produzione in regola con la normativa in materia igienico-sanitaria;
    • essere in regola con la normativa in tema di emissioni in atmosfera ai sensi del D.Lgs n. 152/2006 s.m.i.
  • Presentazione della domanda


    Per aprire o modificare una attività artigianale nel settore alimentare occorre presentare, esclusivamente per via telematica al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune di Milano, tramite la piattaforma nazionale “Impresainungiorno.gov.it”, una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)
     

    La procedura si sviluppa attraverso la compilazione guidata di uno “schema” che andrà a formare, sulla base delle informazioni fornite, il modulo telematico SCIA (nuova attività, subingresso, variazioni, cessazione ecc.).


    Per comunicare la cessazione definitiva dell'attività esistente occorre presentare, esclusivamente per via telematica al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune di Milano, tramite la piattaforma nazionale “Impresainungiorno.gov.it”, una Comunicazione di cessazione attività con documento di identità del titolare/legale rappresentante.


    La presentazione della SCIA consente di iniziare subito l’attività.



  • Modulistica

  • Riferimenti di legge

    Legge Regionale 30 aprile 2009, n. 8 - Disciplina della vendita da parte delle imprese artigiane di prodotti alimentari di propria produzione per il consumo immediato nei locali dell'azienda.


    Ordinanza orari 2013 P.G. 78193/2013 - Disciplina degli orari delle seguenti attività:
    Attività di commercio al dettaglio in sede fissa, Attività di vendita da parte di artigiani, Commercio su aree pubbliche, Attività di trattenimento e Svago, Attività di somministrazione di alimenti e bevande, Attività di acconciatore, estetista e affini, Esercizi rimessa.




     

  • Note

    Le SCIA hanno validità immediata e permanente, salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare, all’attività svolta o ai locali.